10 settembre 2009

[geeksfera] La sala giochi in ufficio

cravatte-videogiochiA proposito di distrazioni in ufficio, uno dei periodi di lavoro che ricordo tra i più divertenti in assoluto è quando, tanti anni fa, nel team di sviluppo decidemmo di comune accordo di sfruttare un quarto d'ora della pausa pranzo nell'allestire delle partite a Duke Nukem 3D sulla rete locale dell'ufficio.

Era assolutamente divertentissimo sparare missili ai colleghi, e tutti eravamo più o meno appassionati di videogiochi tanto che cominciammo addirittura a realizzare i nostri livelli di gioco, ed arrivammo in breve tempo ad avere una vera e propria dipendenza da questo momento di distrazione.

Siamo stati poco produttivi ? Non credo.

Nonostante tenessimo, saggiamente, il 'boss' all'oscuro di questa attività, ci siamo sempre autogestiti con razionalità in modo da non utilizzare le ore lavorative per giocare.

Certo, ogni tanto qualcuno del team si faceva prendere troppo la mano, ma adottavamo una sorta di 'regolamento etico' che veniva comunque fatto rispettare.

E' stato divertente ? Tantissimo.

Penso sia stato anche positivo per l'intero team.

Ricordo quel periodo come uno dei più rilassati, nell'ufficio. Pochi screzi, tante risate. Forse anche aiutate dal gioco in comune.

Nel corso del tempo avevamo anche sviluppato una sorta di gergo specifico (ad esempio, se un collega chiedeva “chi manca ?”, stava a significare che aveva avviato il server del gioco ed attendeva i login dei partecipanti) e a fine partita commentavamo scherzosamente le 'giornate no' dei vari giocatori.

Avevamo un argomento e una nuova esperienza in comune che migliorava sia la comunicazione che il morale.

Oggi, dopo tanti anni di esperienza nel settore e in una posizione professionale da consulente, mi sentirei ancora di consigliare il gioco in rete in ufficio, ma solo con il team giusto.

Per giocare in ufficio occorre avere colleghi maturi e responsabili, che abbiano ben chiara la necessità di tenere separati il divertimento e il lavoro e sappiano trovare il primo senza sacrificare il secondo.

Volete giocare in ufficio ?

Fatelo ufficialmente.

Parlatene prima all'interno del team. Se tutti sono d'accordo, proponete la cosa dal basso: non aspettatevi neanche per sogno che sia un'iniziativa dei direttori o dei responsabili, ma neanche dei team leader. Hanno altri problemi a cui pensare.

Non chiedete un costo aggiuntivo alla società e proponete la possibilità di fare qualche partita in ufficio nel modo più indolore e professionale possibile:

  1. Non chiedete un impegno economico alla vostra società che non sia superiore al permesso di utilizzare la luce, la rete o i computer aziendali. Se volete comprare un videogioco o una console, fatelo autofinanziandovi.

  2. Cercate di apparire maturi e responsabili, proponete il gioco solo e unicamente in orario extra lavorativo e fate presente gli eventuali benefici in termini di morale e comunicazione a fronte un costo limitato.

  3. Ricordate che potete contrattare per questo tipo di privilegio (perché di privilegio si tratta) solo se avete al vostro attivo degli ottimi risultati.
    E' abbastanza ridicolo, e poco professionale, andare a fare richiesta per giocare in rete se il vostro team è in difficoltà sul planning di un progetto o se ha avuto problemi con alcuni clienti.

  4. Datevi un regolamento etico. Non usate software piratato o pieno di virus e non mettete a rischio i computer aziendali con installazioni instabili. Considerate l’uso di macchine virtuali, se le prestazioni non sono un problema insormontabile.

  5. Non lamentatevi in caso di risposta negativa e, se non si tratta di una piccola realtà molto moderna ed informale dovete aspettarvi una risposta negativa.
    L'organizzazione, e qualunque responsabile all'interno di essa, ha tutto il diritto di negarvi un momento di gioco all'interno degli uffici. Dopotutto si tratta di locali adibiti al lavoro, e l'eventuale presenza di impiegati in 'sala giochi' può facilmente nuocere all'immagine aziendale.
    In questo caso non rinunciate del tutto all'idea: se al vostro team piace giocare insieme dovete sfruttare questo momento di divertimento.
    Potete sempre trovarvi fuori dagli uffici, a casa di uno di voi, in un bar per un torneo di biliardino, o in un bowling. L'ufficio non è necessario, a conti fatti.