26 novembre 2008

Concentrazione o Comunicazione ?

Se cercate di trarre il massimo vantaggio dall'organizzazione delle postazioni di lavoro nel vostro ufficio, vi sarete accorti in breve tempo che ciò che è più arduo regolare è l'equilibrio tra concentrazione e comunicazione che è possibile ottenere. Si tratta di un compromesso difficile. Concentrazione e comunicazione sono caratteristiche in antitesi: dove ottenete la prima perdete la seconda e viceversa. In un ambiente dove si vuole più concentrazione avrete spazi ben delimitati, divisioni verticali tra le scrivanie, distanza fisica tra i programmatori. L'ufficio sarà silenzioso e ognuno sarà in grado di svolgere il proprio lavoro con produttività. Tuttavia non ci sarà molta comunicazione, ed avrete difficoltà nel caso in cui vi troviate a lavorare su un progetto che richiede coordinazione tra diverse professionalità, un aggiornamento continuo e la capacità di cambiare in corsa i dettagli. In un ambiente che viceversa facilita la comunicazione, avrete programmatori che si guardano negli occhi, che lavorano spalla a spalla, e che trasferiscono informazioni in continuazione. Il flusso di comunicazione potrebbe essere quasi ininterrotto, ed avrete la possibilità di gestire e tracciare il progetto, nel suo complesso, in maniera precisa e flessibile. Tuttavia il continuo rumore di fondo e le frequenti interruzioni si ripercuoteranno negativamente sulla produttività dei singoli. E' un compromesso, come detto. E la soluzione che funziona in un ufficio potrebbe fallire in un altro. Dipende molto dal tipo di progetti che vengono gestiti. Avete piccoli progetti e personalizzazioni che possono essere seguiti da singoli programmatori ? In questo caso è meglio favorire la concentrazione. Avete grossi progetti con team di sviluppo superiori ai tre membri ? Meglio comunicare. Nella mia esperienza professionale, ho raggiunto la convinzione che il compromesso più efficiente sia ottenere la concentrazione del team come entità singola (isolandolo da tutto ciò che non lo riguarda) ottenendo al tempo stesso la massima comunicazione all'interno del team stesso (abbattendo le barriere fisiche tra i membri del team, ed avvicinandoli il più possibile). Cosa ne pensate ? (foto di el Fotopakismo)